Niente Reddito di cittadinanza per chi è senza Green pass

Lo ha messo nero su bianco il Ministero del Lavoro nella nota numero 8526 del 29 ottobre 2021 applicando la norma che equipara, in materia di sicurezza sul lavoro, il beneficiario del Rdc impegnato nei Progetti Utili alla Collettività ad un vero e proprio lavoratore.

Sebbene le attività svolte nell’ambito dei patti per il lavoro e per l’inclusione sociale siano svolte a titolo gratuito, agli interessati si applicano comunque gli obblighi generali in tema di salute e sicurezza sul lavoro, compreso quello di esibizione del Green Pass introdotto dal DL n.127/2021 e in vigore dal 15 ottobre 2021.

Come succede per tutti i lavoratori che accedono ad un luogo di lavoro, quindi, i beneficiari del Reddito di cittadinanza che non mostrano un Green Pass valido vengono considerati assenti ingiustificati fino alla presentazione della certificazione verde o, comunque, fino al 31 dicembre 2021 quando finirà lo stato di emergenza.

Questo si traduce nella mancata partecipazione al PUC che, secondo la legge, determina la revoca del sussidio.