Non si fermano all’alt dei carabinieri, arrestati due giovani catanzaresi

posto-blocco-carabinieri-3E’ durato circa tre chilometri l’inseguimento ingaggiato da una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Catanzaro nei confronti di un’autovettura che, la notte scorsa, si era data alla fuga alla vista degli uomini in divisa.

Intorno alla 4:30, una pattuglia di militari ha notato un’autovettura sospetta, con due ragazzi a bordo, transitare in direzione del quartiere S. Maria e accelerare improvvisamente. Immediatamente i Carabinieri hanno iniziato ad inseguire l’auto sospetta, raggiungendola poco dopo, ma dopo aver intimato l’alt il conducente del mezzo ha ripreso la folle corsa. L’auto è stata nuovamente fermata e sottoposta ad un’immediata perquisizione sul posto in esito alla quale sono stati rinvenuti un passamontagna, una maschera, 3 bottiglie contenenti benzina e 3 accendini, il tutto riposto nei vani delle portiere e sotto il sedile del passeggero. I due giovani, identificati in M.P., di 19 anni, e M.F., di 20, entrambi catanzaresi e con vari precedenti di polizia, sono statati arrestati per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale.

L’autovettura, una Fiat Punto di proprietà di un conoscente del conducente e risultata priva di assicurazione, è stata posta sotto sequestro. Riguardo al possesso del materiale rinvenuto all’interno dell’auto i giovani hanno dato giustificazioni al vaglio degli inquirenti. All’esito dell’udienza di convalida tenutasi nella mattinata odierna, ai due giovani veniva applicata la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.