Nota del Gruppo consiliare di minoranza “NuovaMente #SatriAmo”

In riferimento alla Vostra nota pervenutaci, in data odierna, il Gruppo consiliare di minoranza “NuovaMente #SatriAmo” rileva e

OSSERVA:

• E’ stata promossa l’azione popolare per la decadenza del Sindaco ad opera di quaranta cittadini satrianesi e tra questi tutti i consiglieri di minoranza, che ha sortito l’effetto dell’incompatibilità di Aldo Battaglia nella incredulità dell’intera maggioranza consiliare che fini all’ultimo ha sperato in un esito diverso del giudizio;
• E’ evidente che i Consiglieri di Maggioranza sono stati partecipi dell’azione amministrativa e dell’effetto devastante dell’incompatibilità del Sindaco, da noi annunciata in largo anticipo;
• Prima che la decadenza intervenisse risulta che l’ex Sindaco Aldo Battaglia abbia compiuto atti di indirizzo riconducibili al conflitto di interessi che lo riguarda con la partecipazione consapevole della maggioranza. Rispetto a tali atti nessun giudizio risulta essere stato espresso da quei consiglieri che oggi all’opposizione chiedono responsabilità per il bene della Comunità;
• L’arrivo eventuale del Commissario straordinario non è da attribuire alla “scelta libera di ogni consigliere comunale”, come scritto nel documento, ma esclusivamente dall’azione di chi, oltre ad aver sostenuto il Sindaco incompatibile, ha determinato scelte amministrative con risultati negativi sotto gli occhi di tutti poiché non risulta, peraltro che questa maggioranza si sia mai dissociata dall’insensato operato dell’ex Sindaco Aldo Battaglia (nomina tecnico di Venezia per il PSC – ex piano regolatore, amico e collaboratore dell’ex Sindaco per € 19.000. Nomina di un avvocato personale di Aldo Battaglia in una vicenda comunale per € 17.000. Persistente ostruzionismo all’azione peritale sulla strada Notarmelli, ecc.,ecc.), circostanza che avrebbe potuto indurre il gruppo consiliare di minoranza ad una diversa determinazione.
• E’ utile rilevare che se la maggioranza risulta numericamente ridimensionata è da attribuire alla nota insensibilità e arroganza con cui l’ex Sindaco si è relazionato con i suoi compagni di viaggio determinandone dimissioni a catena e allontanamento;
• Corre l’obbligo infine precisare che l’affermazione riportata nella parte finale del documento a firma dei Consiglieri Comunali Tirone e Chiaravalloti, relativamente alla possibilità che il gruppo di minoranza si trovasse pronto a “bussare dietro la porta della maggioranza” per sostenerla in questo periodo prima della tornata elettorale, è destituita di ogni fondamento avuto riguardo della nostra personale dignità nonché del giudizio negativo da noi espresso che ci trova da sempre politicamente distanti;

Per tutte le ragioni sopra espresse il gruppo di Minoranza “NuovaMente #SatriAmo”, anche a nome dell’intera area politica di cui è espressione, respinge la possibilità di una “gestione dell’attività amministrativa condivisa”, come richiesto nel documento, invitando ciò che rimane della maggioranza a porre fine all’esperienza di governo che si è rivelata dannosa per l’intera Comunità.