Nuova sottovariante Omicron individuata al laboratorio del Pugliese di Catanzaro

Una nuova mutazione del Covid-19 e’ stata individuata in Calabria su due pazienti ricoverati all’ospedale “Pugliese” di Catanzaro.

Non si tratta di una variante, precisano gli esperti, ma di una “rigenerazione” del virus dopo quella denominata XJ e individuata a Reggio Calabria nei giorni scorsi. Il nuovo caso, invece, e’ stato denominato XL ed e’ stato scoperto dal Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’ospedale “Pugliese” di Catanzaro, secondo le direttive nazionali in materia.

Nello specifico, la rigenerazione avviene in un organismo che aveva gia’ contratto il virus. Le ricerche continuano per stabilire i possibili effetti di questa nuova trasformazione, per la quale al momento non e’ possibile stabilire se possa produrre effetti peggiori o diversi da quelli gia’ noti.

L’attivita’ di sequenziamento sui due pazienti e’ stata condotta nel Policlinico “Mater Domini” di Catanzaro. (AGI)