Omicidio dopo lite al bar, arrestato 32enne tradito dal casco

carabinieri9I Carabinieri di Crotone hanno arrestato un 32enne pregiudicato di Cirò Marina, Luca Cataldo, accusato dell’omicidio di Nicodemo Aloe, delitto avvenuto il 24 maggio dell’anno scorso.

Secondo gli inquirenti il fatto di sangue sarebbe scaturito a seguito di una lite per futili motivi avvenuta in un bar della cittadina costiera del crotonese. Dopo un anno di indagine, il presunto assassino sarebbe stato tradito da una traccia di polvere da sparo ritrovata sul casco che avrebbe indossato al momento dell’omicidio.

Aloe fu freddato poco prima della mezzanotte del 25 maggio del 2015 davanti la sua casa di via Pacinotti a Cirò Marina. Il killer gli esplose contro alcuni colpi di arma da fuoco per poi fuggire a bordo di uno scooter.

L’allarme fu lanciato dal fratello che gestiva un bar nelle vicinanze del luogo dell’omicidio. Il corpo della vittima fu ritrovato, in una pozza di sangue, davanti al garage dell’abitazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.