Operaio catanzarese morto in Valle D’Aosta, aperta inchiesta per omicidio colposo

La procura di Aosta ha aperto un fascicolo per omicidio colposo contro ignoti a seguito della morte di un operaio caduto nella mattina del 13 febbraio scorso nell’orrido di Pré-Saint-Didier.

Il conferimento dell’incarico per svolgere l’autopsia è atteso all’inizio della prossima settimana. Giuseppe D’Agostino, di 43 anni, originario di Catanzaro e domiciliato in Valle d’Aosta, è precipitato per circa 200 metri.

Lavorava per un’impresa edile di Saint-Vincent a cui l’Anas aveva affidato dei lavori sulla strada statale 26. In base a una prima ricostruzione, si è allontanato dal cantiere e ha oltrepassato la barriere laterale della strada per espletare un bisogno fisiologico.

A un certo punto è scivolato dal ripido pendio, tra neve, ghiaccio e nebbia. Il fascicolo è affidato al pm Luca Ceccanti. Anas fa sapere di aver avviato un’indagine interna.