Operazione “Inter Nos”, infiltrazione ‘ndrangheta in appalti nella sanità calabrese: 17 misure cautelari

Infiltrazioni della ‘ndrangheta negli appalti della sanità reggina: su richiesta della Dda di Reggio Calabria la Guardia di finanza ha eseguito 17 misure cautelari e sequestrato imprese per un valore di oltre 12 milioni di euro. L’operazione, denominata “Inter Nos”, è scattata stamattina all’alba.

I finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria e dello Scico hanno eseguito i provvedimenti cautelari personali e patrimoniali nelle province di Reggio Calabria, Catanzaro, Roma, Livorno, Verona e Milano. Le indagini, coordinate dal Procuratore della Repubblica Giovanni Bombardieri, hanno evidenziato l’infiltrazione della ‘ndrangheta negli appalti dell’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle 10.30 nella sede del Comando provinciale di Reggio Calabria della Guardia di finanza.