Padre Barrè apre la selezione di 4 volontari per il progetto di servizio civile

L’associazione  Padre Barrè Onlus  di Lamezia Terme seleziona 4 volontari da impiegare nel progetto di Servizio Civile denominato “Sportello Ascolta-Informa”,  inserito nel Bando per l’attuazione del Programma Operativo Nazionale “Iniziativa Occupazione Giovani” – PON IOG (Garanzia Giovani) – nell’ambito delle finalità istituzionali individuate dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali.

In particolare, il bando è dedicato ai giovani NEET, cioè giovani ( che abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età)  non occupati e non inseriti in percorsi di istruzione e formazione e si inserisce nelle strategie di contrasto alla disoccupazione giovanile tracciate a livello europeo.

 Il rappresentante legale dell’ente, Francesco  Perino,  il supervisore Angela Greco e la progettista nonché responsabile del servizio civile Angela Columbrina  saranno lieti di accogliere e di dare la possibilità   per 12 mesi ai giovani volontari di vivere un’esperienza significativa, di arricchimento umano e professionale.

Il  progetto “ Sportello Ascolta-Informa”, che riguarda  il settore dell’educazione e della promozione culturale con un’attenzione particolare alle tematiche alimentari,  ha la finalità di garantire ascolto, informazione, aiuto ed interventi tempestivi  per tutte quelle richieste che mettono in luce uno stato di bisogno . Il progetto è volto anche a valorizzare il cibo non meramente per il suo valore nutritivo, ma per il suo valore culturale e interculturale.

 Si vogliono trasmettere nozioni sociali relative alla tradizione e all’origine dei prodotti agroalimentari, sottolineando l’importanza del ruolo del territorio, la qualità e la genuinità del cibo derivanti da una tradizione consolidata nelle attività di coltivazione e di allevamento locali, che devono essere conosciute anche dai cittadini più giovani. Inoltre, considerato l’elevato numero di cittadini di origine straniera residenti nel  territorio, la scoperta del cibo, delle tradizioni locali e delle diete di differenti paesi, diventa un importante strumento di scambio di valori interculturali e un valido mezzo di integrazione nella conoscenza e nel rispetto delle reciproche tradizioni. Lo scopo del progetto è quello di migliorare la qualità e la quantità dell’informazione fruita dai cittadini per offrire un accesso ad un sistema informativo esauriente e concreto, istituendo uno sportello ad hoc.

Tutte le informazioni relative al bando ed alla modalità di partecipazione si possono consultare sul sito www.padrebarre.it (Servizio Civile – progetto Sportello Ascolta Informa  –  Bando  Garanzia Giovani).

Il termine per la presentazione della domanda scade il 5 febbraio  2018 alle ore 14:00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.