Passeggero supera tutti i controlli, si imbarca senza biglietto regolare e si chiude in bagno

 Evacuato l’aereo spagnolo Vueling Airlines in partenza da Barcellona e diretto a Dublino. Un uomo senza una carta d’imbarco, usando un passaporto falso, è riuscito a sedersi sull’aereo e dopo aver realizzato di essere stato scoperto si è precipitato in bagno. Indaga la Polizia di frontiera aerea

Ha superato tutti i controlli di sicurezza dell’aeroporto di Barcellona senza avere un biglietto regolare e con un passaporto falso si è imbarcato su un volo Vueling Airlines diretto a Dublino. Un uomo, lunedì 11 novembre, è riuscito a salire sull’aereo della compagnia di bandiera spagnola senza una carta di imbarco senza che nessuno se ne accorgesse. Il passeggero irregolare è stato scoperto quando un viaggiatore che doveva sedersi al proprio posto l’ha trovato già occupato. Vistosi scoperto si è precipitato in bagno chiudendosi.

La posizione dell’uomo, che è stato bloccato dalla Polizia di frontiera aerea, è al vaglio degli inquirenti. I passeggeri sono stati evacuati dall’aereo mentre i video condivisi dai social mostrano funzionari dell’aeroporto salire sull’aereo e camminare verso i bagni sul retro. “Vueling ha sbarcato tutti i passeggeri in modo sicuro e ha proceduto al cambio di aeromobili in modo che i nostri clienti fossero in grado di continuare il viaggio verso la destinazione”, ha dichiarato un rappresentante della compagnia aerea a Travel + Leisure martedì.

“Non vi è stato alcun impatto sui passeggeri e sull’equipaggio di cabina e le autorità locali avevano pienamente sotto controllo la situazione”. L’aereo era originariamente programmato per partire alle 12:40 ora locale ed è stato ritardato di oltre due ore, alla fine è decollato poco dopo le 15:20, hanno riferito i media. Non c’è pace per l’aeroporto di Barcellona.

Alla fine di ottobre, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, migliaia di persone hanno bloccato l’aeroporto di Barcellona per protestare contro la condanna di 12 leader indipendentisti catalani, di cui nove con pene di prigione da 9 a 13 anni. Migliaia di persone sono entrate nel terminal 1 dello scalo di El Prat, molti altri sono rimasti all’esterno al grido di “libertà” e “indipendenza” paralizzandolo l’aeroporto, con migliaia di persone bloccate nello scalo e 70 voli cancellati.