Pensionato si accascia e muore dopo una lite, indagato il figlio

Sarà l’autopsia, in programma oggi, a stabilire le cause della morte di un pensionato di Tropea, R.D.V. e eventuali responsabilità del figlio F.D.V., di 43 anni, indagato dalla Procura di Vibo con l’accusa di omicidio preterintenzionale.

I fatti si sono svolti mercoledì sera nell’abitazione dei due dove è avvenuta una violenta lite. Ad un certo punto, l’uomo si sarebbe accasciato a terra perdendo conoscenza e spirando poco dopo. È stato il figlio a chiamare i soccorsi.

Anche se alcuni aspetti della vicenda sono ancora in via di chiarimento, il pm Concettina Iannazzo ha disposto l’autopsia sul corpo del pensionato, che sarà effettuata dal medico legale Katiuscia Bisogni, iscrivendo il 43enne nel registro degli indagati. È assistito dagli avvocati Nazzareno Latassa e Daniela Marrabello.