Percepiva il reddito di cittadinanza ma lavorava in nero, denunciato

Percepiva il reddito di cittadinanza come disoccupato ma, intanto, lavorava “in nero” con una ditta boschiva. Un operaio di 33 anni, di San Benedetto Ullano, in provincia di Cosenza, è stato denunciato dai Carabinieri Forestale.

I militari lo hanno sorpreso al lavoro durante un controllo mirato alla tutela degli ecosistemi in un lotto boschivo privato. Dalle verifiche effettuate per il contrasto del lavoro irregolare e per la sicurezza sul lavoro, è emerso che l’operaio prestava la propria opera abusivamente, sprovvisto di ogni copertura previdenziale e assicurativa pur essendo destinatario di reddito di cittadinanza. Dagli accertamenti è venuto fuori che l’operaio riceveva un sussidio del valore complessivo di 500 euro fino al corrente mese.

I Carabinieri Forestale hanno inviato le necessarie segnalazioni per omessa comunicazione della variazione del reddito e/o del patrimonio alla direzione provinciale dell’Inps di Cosenza e alla Procura. A carico del datore di lavoro dell’operaio, al termine delle verifiche, saranno applicate le sanzioni amministrative previste.