Petrizzi – 14° Festa delle Castagne

castagneL’idea della festa delle castagne, nasce nel tardo autunno dell’anno 2000, quando alcuni membri del consiglio direttivo dell’Avis, in Piazza Regina Elena “sutta u chiuppu”, seduti sulla gradinata del negozio di Teresa Sansalone, amanti del sociale e dell’aggregazione partecipata di molti petrizzesi, vedendosi da soli a causa della triste emigrazione, e con la poca gente rimasta rintanata in casa per il freddo, decidono di inventarsi un qualcosa per animare qualche serata di solidale aggregazione tra i pochi rimasti. NASCE L’IDEA DELLA FESTA DELLE CASTAGNE.

La festa, che mira a rinsaldare il vincolo associativo, è stata un continua e ininterrotta manifestazione che si ripete ogni anno dal 2001 fino ai giorni nostri (fatta eccezione della parentesi del 2014), finalizzata ad aggregare tutta la comunità petrizzese per renderla partecipe ai valori della solidarietà e coinvolgendoli come cittadinanza attiva in una comunità solidale.

Una Comunità dev’essere viva e partecipata, dove i bisogni trovano risposta, sopratutto attraverso le Associazioni che sono supporto e strumento per sopperire alle carenze della P.A. che non sempre trova risposta nel soddisfare i bisogni collettivi.

La Comunità è un soggetto pensante con una tradizione e una storia alle spalle, dotato di competenza, maestria e saggezza che può trasformare i problemi in opportunità, grazie alla generosa partecipazione di tutti.

Petrizzi, per quanto riguarda l’associazionismo non è seconda a nessuno;
grazie alla collaborazione di laboriosi petrizzesi e delle Istituzioni Locali, tra cui l’Amministrazione Comunale, che le sostiene, e l’Arma dei Carabinieri, che li supporta, abbiamo Associazioni che curano lo sport, la cultura, il teatro, il luogo, i meno abbienti, la religione, l’archeologia e la salute; L’avis è un’associazione che opera nel campo della salute e mira ad informare, prevenire e far curare, anche attraverso la donazione del sangue, le malattie.

la donazione di sangue è un gesto di grande altruismo che l’Avis di Petrizzi pratica dal 1993, ed è rimasto immutato tra i soci lo spirito di solidarietà e di attenzione verso coloro i quali hanno bisogno; sono invece cambiate le tecniche ospedaliere per dare risposte adeguate ai pazienti. Oggi più che mai il gesto della donazione da parte di tantissimi donatori è in grado di soddisfare tante necessità sanitarie degli ammalati.

Facciamo appello sopratutto ai giovani a partecipare attivamente alla vita associativa per un ricambio generazionale che dia continuità a questa nobile realtà.

Chiediamo di continuare a voler bene all’Avis e rimanere vicino alle esigenze di tutta la cittadinanza con la consapevolezza del vantaggio che il donatore di sangue riceve per il suo gesto, che è di natura morale: la soddisfazione per aver compiuto un atto di solidarietà umana e per aver contribuito ad alleviare una sofferenza, o addirittura a salvare una vita. Il dono del sangue è impagabile, ma impagabile è anche la consapevolezza di aver posto un po’ di se stesso a disposizione di un malato, di un ferito, di un essere umano che ha bisogno di un grosso aiuto per proseguire la propria vita.

Chiunque si adopera nell’associazione, non cerca gloria, apparenza, notorietà, meriti o vanità, ma lo fa per un’anonima, gratuita, volontaria e solidale partecipazione delle altrui necessità (non sappia la tua mano destra quello che fa la sinistra) e vivere della sensazione di riceve un’impagabile ricompensa morale.

Grazie a tutti gli intervenuti, grazie ai donatori e collaboratori, grazie alla vicinanza delle Istituzioni (Amministrazione Comunale con il Sindaco Domenico Paravate e ai Carabinieri con il Comandante Antonio Rotiroti), grazie alle Associazioni locali con i loro presidenti: Pro Loco, PGS, Olsj, Aion, Makros, grazie all’Avis Provinciale e alle consorelle di Guardavalle e Vallefiorita, grazie al Direttore Sanitario Dr. Domenico La Valle, grazie a Giuseppe Santopolo per aver animato la serata e infine, ma non per ultimo, un grazie di cuore a tutti VOI che avere lavorato e reso possibile questa bellissima e partecipata manifestazione finalizzata a rinsaldare il vincolo associativo.
W l’Avis di Petrizzi

Il Consiglio Direttivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.