Petrizzi, due eccellenze calabresi tornano al sud per una notte di San Lorenzo speciale

Una serata evento per ammirare le stelle della notte di San Lorenzo tra alta cucina e storia, onorando le eccellenze del territorio. E’ l’iniziativa del Borgo del Convento, la storica residenza di Petrizzi (dichiarata dalla Soprintendenza ai Beni Culturali “Bene di interesse storico-artistico nazionale”) con il contributo dello chef lametino Luigi Lepore e con la sponsorizzazione delle Cantine Benvenuto di Vibo Valentia. Riservata a 35 partecipanti, la serata favorirà un’esperienza non solo per il palato e la vista ma che mette a frutto una ambiziosa idea di valorizzazione del territorio.

“Sono cresciuta tra queste mura, quando ancora era pericoloso entrare, tra le impalcature del cantiere e gli spazi che cambiavano e trovavano nuovamente vita – ha dichiarato Luisa Fabrizi, giovane manager del Borgo del Convento, tornata recentemente dalla Germania appositamente per custodire il luogo. – Credevo di voler mettere la Calabria alle spalle, ma e’ stato impossibile dimenticare del convento e della vita che si e’ svolta al suo interno e tutto intorno. Sono tornata in Calabria perché penso che il Borgo possa di nuovo essere un punto di riferimento per il territorio, che possa portare lavoro e vita. Questa serata insieme a Luigi Lepore e a Giovanni Benvenuto, vuole essere un passo in questa direzione e spero sia la prima di molte nuove occasioni per far rivivere il Borgo del Convento”.

Due i momenti principali in cui si svilupperà la permanenza al Borgo del Convento. Nel primo i visitatori gusteranno nel chiostro del Convento il menu predisposto dallo chef Lepore per l’occasione. Sarà un percorso degustazione con piatti che rappresentano la sua cucina, come il “ricordo di una stroncatura”, in cui rivisita questo piatto di pasta che mangiavano anticamente i nostri nonni, proponendolo nella forma di un tortello che ha come ripieno i sapori che venivano usati per il condimento della stroncatura. Oltre che baccalà e maialino, piatti principe della cucina calabrese, pensati in una versione moderna.

Nel secondo gli ospiti si sposteranno nel grande e bellissimo giardino per il dolce e per ammirare il cielo del 10 agosto tra le suggestive mura del Borgo di Petrizzi, sorto intorno all’ex convento agostiniano di Santa Maria della Pietà, fondato nel sec. XV dal Beato Francesco da Zumpano su strutture ancora più antiche. Nel 1814 tutto il complesso, dotato anche di tre chiese di cui una grandiosa all’aperto, è stato acquistato dagli avi degli attuali gestori. Prima azienda agricola e durante la Seconda Guerra Mondiale rifugio per gli sfollati della zona, il Borgo ha rappresentato nei secoli un punto di riferimento per tutta la comunità. Dopo 20 anni di meticoloso restauro, con la fondamentale collaborazione della manodopera locale, oggi è un agriturismo di charme, vincolato e sotto tutela della Soprintendenza ai Beni Culturali, che si presta a set per eventi suggestivi.

“Ho deciso di partecipare a questo evento – ha spiegato Luigi Lepore – perché mi piace l’idea di fare rete tra noi giovani, tornati nella nostra terra per cercare di darle ancora più valore. Appena ho visto la struttura del Borgo me ne sono innamorato, e questo già dice tutto!”. La cena sarà accompagnata dalla selezione di vini delle Cantine Benvenuto di Vibo Valentia.

Luciana Cimino