Pfizer richiama noto ansiolitico su tutto il canale distributivo, retail ed ospedaliero

L’Aifa – Agenzia italiana del farmaco – a tutela della salute pubblica, ha comunicato il ritiro volontario, da parte della ditta Pfizer S.r.l. di un noto ansiolitico.

Nel dettaglio si tratta del PRAZENE 10 mg compresse – 30 compresse – AIC 023762026 Lotti ritirati:  DM3028    scad. 01/2023, DT1032     scad. 02/2023, DX7494     scad. 02/2023, DY7157     scad. 02/2023, EH8400     scad. 07/2023, EN6755     scad. 07/2023, FF8036      scad. 11/2023, FR5369     scad. 02/2024 e del PRAZENE 20 mg compresse – 20 compresse – AIC 023762038 Lotti ritirati: EH5015 scad., 10/2022, DP4334 scad.  02/2023, DT3237 scad.  02/2023, EN6759 scad.  07/2023, FA3823 scad.  07/2023, FF1865   scad.  02/2024 e FL4571   scad.  02/2024.

Il provvedimento si è reso necessario, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, per ragioni legate ad alcuni risultati fuori specifica sul test di dissoluzione delle compresse.

Nell’invitare a sospendere immediatamente la dispensazione dei suddetti lotti, la Pfizer S.r.l. evidenzia che, quanto al momento eventualmente giacente presso le farmacie, dovrà essere immagazzinato in area sicura e quindi predisposto per il ritiro.

Prazene è un farmaco indicato nella terapia di ansia, tensione ed altre manifestazioni somatiche o psichiatriche associate con sindrome ansiosa. La ditta Pfizer S.r.l. con sede in Italia a Roma alla via Valbondione, 113,  ha comunicato l’avvio della procedura di ritiro che il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute è invitato a verificare.