Piantagione di canapa indiana con 260 piante sequestrata dai carabinieri, tre giovani arrestati

Tre arresti e una piantagione di canapa indiana sequestrata. È il bilancio di un’operazione condotta dai Carabinieri a Gioiosa Ionica. Nell’ambito di servizi finalizzati alla repressione della coltivazione di canapa indiana, unitamente a militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria, al culmine di un’attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Locri, i militari hanno arrestato 3 giovani, C. G. ventottenne, M. A., ventiseienne, e F. A. ventiquattrenne, tutti di Gioiosa Jonica, per coltivazione di sostanze stupefacenti in concorso.

I tre erano intenti a coltivare una piantagione di canapa indiana, realizzata in un terreno demaniale sito nell’impervia contrada Ceravolo. L’operazione ha consentito di riscontrare la presenza di circa 260 piante di marijuana di altezza compresa tra i 50 e i 150 centimetri tutte in pieno stato vegetativo di cui i tre si prendevano cura, annaffiandole, concimandole e potandole.

Gli arrestati, sono stati condotti nei rispettivi domicili in attesa dell’udienza di convalida. Nel corso della stagione estiva i servizi condotti finora dalla Compagnia di Roccella Jonica unitamente ai Cacciatori di Calabria hanno consentito, nel complesso, di rinvenire nella Vallata del Torbido 3 piantagioni, per un ammontare di 1.118 piante.