Piantare mille miliardi di alberi per salvare il nostro pianeta

Alle Amministrazioni comunali

piantare mille miliardi di alberi per salvare il nostro pianeta: chiediamo che dal nostro comprensorio inizi un segnale di svolta

In occasione della “Festa degli alberi” del prossimo 21 novembre, la sezione Italia Nostra “Paolo Orsi” Soverato – Guardavalle intende proporre non più la piantumazione simbolica di pochi alberelli ma la messa a dimora di decine, centinaia, migliaia di alberi; non più un solo giorno ma un intero mese per iniziare a mettere in pratica un nuovo e diverso modo di agire in aiuto alla natura.  

Al vertice G20 di Roma è stato stabilito un nuovo traguardo da raggiungere entro il 2030: piantare mille miliardi di alberi per salvare il nostro pianeta. Gli alberi assorbono l’anidride carbonica e rilasciano ossigeno, indispensabile per il loro sostentamento, e questo, come tutti sappiamo, è fondamentale per ridurre l’effetto serra, inoltre prevengono il dissesto idrogeologico e proteggono la biodiversità.

Per tale motivo è necessario piantare alberi – e molti – con l’aspettativa che cattureranno e immagazzineranno l’anidride carbonica aiutando a contenere l’aumento della temperatura globale al di sotto della soglia di 2 gradi Celsius (3,6 gradi Fahrenheit) oltre i livelli pre-industriali, come stabilito dall’Accordo di Parigi.

I troppi ripetuti e devastanti incendi e anche i tagli pianificati ogni anno cancellano un gran numero di alberi e con essi arbusti, vegetazione spontanea, animali, uccelli e insetti, importante patrimonio di biodiversità non più rinnovabile.

La nostra proposta è di dare un segnale di svolta positiva che restituisca alla Calabria parte del patrimonio boschivo ormai perduto. Un rapido potenziamento dei progetti di riforestazione con lo scopo di raggiungere gli obiettivi climatici sarebbe un notevole esempio di civismo, un modo per compensare in minima parte la devastazione che la natura subisce quotidianamente.

Questa azione, moltiplicata per i tanti Comuni che vogliano condividerla non più formalmente ma concretamente potrebbe fare la differenza nella nostra Regione.

Tuttavia, il rimboschimento è necessario ma solo apparentemente semplice. Per ottenere il risultato sperato ed evitare fallimenti è indispensabile agire con cognizione di causa e nel modo giusto, facendosi guidare da esperti e in collaborazione con i Carabinieri forestali. 

Italia Nostra “Paolo Orsi” Soverato – Guardavalle