Picchiano, rapinano e tentano di sequestrare un automobilista: tre arresti

Brutale aggressione a Catanzaro. I fatti risalgono al 9 giugno quando, la vittima viaggiava, con la madre a bordo della sua auto, su viale Magna Grecia. Ieri, i Carabinieri della Stazione di Catanzaro Santa Maria hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip presso il Tribunale di Catanzaro, su richiesta della locale Procura, nei confronti di tre persone indagate per i reati di lesioni personali e rapina aggravata commessa con armi e tentato sequestro di persona.

Il provvedimento rappresenta l’epilogo di un’articolata attività di indagine eseguita dai carabinieri della Stazione di Catanzaro Santa Maria, a seguito di una denuncia sporta da un uomo in relazione a fatti delittuosi di cui è rimasto vittima che sarebbero avvenuti il 9 giugno quando, con la madre, a bordo della sua auto, stava percorrendo viale Magna Grecia. L’uomo sarebbe stato invitato a fermarsi dagli occupanti di un’auto di colore grigio che lo stavano seguendo ed hanno lampeggiato affinchè arrestasse la marcia.

Ottenuto che l’uomo si fermasse, i tre sarebbero scesi dal veicolo e lo hanno percosso in gruppo violentemente, si sono impossessati delle chiavi della macchina per impedirgli di fuggire e sottrarsi all’aggressione e avrebbero anche tentato con l’uso della forza di farlo salire a bordo del loro veicolo.

L’uomo è riuscito però a fuggire, grazie ad un doppione delle chiavi che aveva in macchina, giungendo nella propria abitazione. Gli aggressori avevano anche un coltello, posizionato sul cruscotto della macchina. I tre sono stati tradotti presso la casa circondariale di Catanzaro Siano. Il procedimento attualmente pende nella fase delle indagini preliminari.