Pistola clandestina nella credenza di un ristorante, arrestata moglie del titolare

Era nascosta in una pochette da donna, tra posate e bicchieri di un noto e frequentato ristorante della città dello Stretto, la pistola Beretta, semiautomatica calibro 22, funzionante e pronta all’uso e munita di caricatore e di una ventina di proiettili.

Il locale, situato nel centro di Reggio Calabria, aveva già subito in passato un sequestro per fatti relativi alla criminalità organizzata. E per caso, i finanzieri, hanno scoperto l’arma durante una perquisizione delegata dalla Procura, e che aveva ben altri scopi.

I militari si sono imbattuti casualmente nella pistola, tra l’altro con la matricola abrasa, scoperta in una pochette che era sopra una credenza della sala del ristorante. La moglie del titolare avrebbe subito rivendicato la proprietà dell’arma e sebbene incensurata, è risultata avere dei legami familiari con appartenenti a una nota cosca mafiosa locale. Pertanto è stata arrestata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.