Prende forma la rotatoria al bivio di Santa Caterina dello Ionio

Rilasciato con delibera di Giunta n.92 del 06.08.2021, il nulla osta per la realizzazione di una Rotatoria al bivio che divide la SS 106 dalla SP 138.

Un lavoro di grande rilievo nell’ambito della sicurezza del territorio che questa amministrazione comunale, guidata dal sindaco Francesco Severino, sin dal suo insediamento, si è prefissata di realizzare nell’esclusivo interesse della comunità.
“Ci eravamo presentati ai cittadini – ha dichiarato il sindaco – con l’ambizione di migliorare la qualità della vita incidendo significativamente in aspetti essenziali come la sicurezza collettiva”.

Quella della Rotatoria è stata una proposta progettuale sulla quale tutta la squadra di governo si è messa a lavorare e che l’ingegnere Cosimino Lanciano ha prodotto gratuitamente.

“Voglio ancora una volta ringraziarlo per la sua instancabile disponibilità, professionalità e competenza. Ma colgo l’occasione ancora per rivolgere un pensiero di ringraziamento verso la società ANAS, che si occupa della manutenzione delle strade, e i suoi dirigenti che sin dal primo momento hanno accolto l’dea del progetto prendendo a cuore la situazione e impegnandosi seriamente per questo intervento su una strada, la 106 ionica, che, anche a livello nazionale, è ormai tristemente nota come la “STRADA DELLA MORTE” per il numero considerevole di vittime che miete ogni anno”.

A tal proposito, proprio qualche settimana addietro, si è tenuto un incontro insieme a tanti sindaci del comprensorio e alla presenza di alcuni deputati, per discutere proprio delle problematiche riferite alla sicurezza di questo tratto stradale con l’auspicio che questo sia solo l’inizio di una serie di interventi di ammodernamento.

“Siamo al fianco dei cittadini – ha concluso il sindaco Severino – nel condurre battaglie come queste e saremo in campo concretamente per risolvere ogni genere di problematica”.
I lavori di realizzazione dell’opera dovrebbero concludersi entro la fine dell’anno.

Pure in questo caso, quindi, la capacità programmatica, la competenza nel seguire l’iter di una pratica, la puntualità e la serietà, anche e soprattutto dell’ANAS, hanno permesso a questa amministrazione di mettere a punto un altro tassello del programma elettorale.