Prenotazioni “impossibili” all’ospedale di Soverato, i vertici: “Ecco come risolveremo il problema”

Da quando l’introduzione di un nuovo software ha vincolato i dipendenti ad aumentare i dati da inserire nei sistemi, il punto di accettazione dell’ospedale di Soverato ha diminuito il numero di prenotazioni giornaliere. Un sistema che ha alimentato il malcontento degli utenti, a cui comunque i vertici dell’azienda stanno cercando cercando di andare risposte.

“Abbiamo trasferito un’unità da Lamezia Terme – affermano il commissario Giuseppe Fico e la direttrice amministrativa Elga Rizzo che stabilmente sarà in servizio negli sportelli di Soverato. Ma c’è di più. Stiamo valutando con la responsabile del Distretto di Soverato Tiziana Parrello, la possibilità di integrare nell’ufficio ospedaliero i lavoratori del Distretto, per garantire due turni di accettazione pomeridiana in più. Attualmente gli sportelli lavorano dalle 8 alle 12 e di lunedì e mercoledì di pomeriggio. Noi vorremmo dare un’operatività aggiuntiva nei pomeriggi di martedì e giovedì».

«Per chi ha già prenotato una prestazione (nel distretto o nelle farmacie convenzionate) – continua Gallucci – è possibile eseguire il pagamento, (sia in contanti che con carta) attraverso i totem automatici operativi h24 in ospedale. Da lunedì infine è operativo il sistema di prenotazione on line all’indirizzo www. catahospital.it e, per aiutare chi ha necessità di assistenza per utilizzarlo, metteremo a servizio i 4 volontari del servizio civile nazionale in arrivo all’ospedale e nel distretto soveratese».

Sabrina Amoroso – Articolo completo su Gazzetta del Sud

ALTRI ARTICOLI