Rapina a mano armata ad un dipendente delle poste, aveva il denaro per le pensioni

Rapina a mano armata stamattina ai danni di un lavoratore delle Poste che aveva con sé i contanti delle pensioni da consegnare alla filiale della città di Pizzo, nel vibonese. Il fatto si è verificato in pieno centro cittadino. Il furgone portavalori si è fermato in piazza della Repubblica.

Dal mezzo, impossibilitato a raggiungere l’ufficio postale per via dei vicoletti che non ne consentono l’accesso, è sceso un dipendente che ha iniziato a dirigersi verso il locale ma una volta imboccato la stradina interna è stato avvicinato da una persona travisata e con in pugno una pistola che ha puntato contro l’impiegato, costringendolo a consegnargli il denaro. Il rapinatore si è dileguato tra le viuzze circostanti.

È stato lo stesso dipendente delle poste a lanciare l’allarme. È subito scattato il piano antirapina disposto dall’Arma dei carabinieri i quali hanno cinturato il centro storico alla ricerca del malvivente. Le ricerche però, al momento, si sono rivelate senza esito.