Rapiscono i figli di un commerciante a scopo di estorsione, tre arresti

La squadra mobile della questura di Cosenza ha arrestato tre persone per sequestro di persona a scopo estorsivo. Si tratta di Daniele e Francesco Bevilacqua e di Laura Spampinato, tutti di 31 anni e cosentini. I tre avevano attirato in una vera e propria trappola un commerciante del catanzarese, che si occupa di mobili.

All’uomo era stato dato appuntamento a San Lucido (Cosenza). Il commerciante vi si era recato, oggi pomeriggio, insieme ai due figli minori, di 10 e 16 anni. All’incontro ha trovato, oltre alla donna, che lo aveva contattato per acquistare dei mobili, anche i due uomini, abitanti nel villaggio Rom di via degli Stadi, a Cosenza.

I due lo hanno picchiato selvaggiamente e gli hanno sottratto i figli, chiedendo di avere il doppio di una caparra che sarebbe stata versata per acquistare dei mobili, consegnati in ritardo, altrimenti i figli non sarebbero stati più riconsegnati al padre.

L’uomo è stato caricato a forza sulla sua stessa auto, per poi essere abbandonato su via degli Stadi, a Cosenza. L’uomo ha subito chiamato la polizia, che, intervenendo velocemente, ha effettivamente individuato i due Bevilacqua e trovato la donna che si stava allontanando con i due minori. I tre sono stati fermati e sono state eseguite perquisizioni in tutta l’area. Tutti e tre sono stati portati in questura e poi posti agli arresti.