Ricordo di Alfredo Battaglia

 Ci ha lasciati Alfredo. Forse avevamo qualche timore per la sua salute, ma nessuno pensava ad una morte così improvvisa. Ora vogliamo ricordarlo da vivo.

 Da poco era andato a riposo da una vita di lavoro in una situazione delicata, e che richiedeva impegno professionale, ma forse soprattutto spirito di collaborazione e dedizione; e che divideva con la cura della famiglia e con l’affetto per la sua Petrizzi.

 Ma Alfredo Battaglia era, in cuor suo, un artista. Amava e coltivava la musica, come interprete di canzoni, esecutore strumentale, compositore.

 Della musica, però, aveva un’idea originale, che la coniugava con il teatro. Autore egli stesso di testi, praticava la regia teatrale, e le contaminazioni di canto e parole e scenografia. Nasce da questo anche la Compagnia La chiave, che qui si unisce in ricordo. E quando fu vietato calcare le scene per il covid, Battaglia si fece regista televisivo, dando decine di spettacoli parlati e rappresentati.

 Anche per l’estate del 2021, e nonostante le difficoltà oggettive e le sue, aveva progetti avviati. Ora non resta che pensarlo applaudito nel grande teatro del cielo.

Gli amici della Compagnia della Chiave