Ritornano i concerti dell’Associazione Amici della Musica di Catanzaro

Il 4 settembre il Duo Dubois inaugurerà la nuova stagione 

 Una speranza che sta diventando realtà. Dopo lo stop causato dalla pandemia, venerdì 4 settembre, alle ore 18:00, con il Duo Dubois, nella Sala Concerti di Palazzo De Nobili,  ritornano i concerti dell’Associazione Amici della Musica di Catanzaro, aderente ad AMA Calabria, presieduta da Daniela Faccio che si avvale della consulenza musicale del Maestro Graziella Provedel.

«Sono stati mesi difficili – dichiara Daniela Faccio – durante i quali, nonostante l’incertezza della ripresa delle nostre attività, abbiamo affrontato ogni problema con grande ottimismo. Aver deciso di ricominciare, oltre a essere un atto di coraggio, è un gesto d’amore nei confronti della musica e anche dei nostri associati e del pubblico che, da sempre, segue con passione i concerti proposti».

Un periodo, quello trascorso, che ha costretto l’Associazione alla sospensione dell’attività prevista con concerti di grande spessore, durante il quale è stato alacre il lavoro svolto pensando a una ripresa che potesse riportare la musica al centro dell’attenzione. «La pandemia – dichiara Daniela Faccio – ha messo in ginocchio tutta la popolazione mondiale, creando gravi danni all’economia. L’Associazione Amici della Musica di Catanzaro, da me presieduta, nell’ottica di un futuro che possa restituirci una vita normale, in questi mesi non si è mai fermata, pensando ad una attività che possa riprendere da dove si era fermata, cercando si superare le difficoltà logistiche e verificando la disponibilità degli artisti coinvolti».

Il Duo Dubois, composto da Alberto Cavallaro (sax) e Federico Traontana (percussioni) avrebbe dovuto esibirsi il 29 maggio scorso e la loro volontà di esibirsi a Catanzaro è stata accolta con entusiasmo dagli appassionati. I due musicisti calabresi hanno da sempre strizzato l’occhio alla musica contemporanea, ottenendo successi e riscontri dei media. Una amicizia, la loro, nata sui banchi di scuola e accresciuta nel tempo. La passione per la musica contemporanea da parte di entrambi ha fatto il resto.

«La passione per la musica contemporanea si è rivelata in modo naturale e spontaneo. Suonare la musica del nostro tempo ci identifica perfettamente in quella che è secondo noi la figura del musicista, se pensiamo ai tempi in cui sono vissuti Palestrina o Mozart. I musicisti dell’epoca si “nutrivano” delle loro musiche dando una impronta indelebile e segnando una tradizione che sarebbe durata fino ai giorni nostri. Crediamo che è importante riabituare il pubblico ad ascoltare la musica del nostro tempo, riaccendendo il piacere della scoperta e della curiosità». Parole queste del duo che sembrano essere un perfetto biglietto da visita per l’appuntamento catanzarese.

Per il concerto l’Associazione Amici della Musica di Catanzaro, attenendosi alle norme di sicurezza previste dal DPR, ha previsto una capienza massima di 32 posti. Per accedere alla Sala Concerti di Palazzo “De Nobili” è richiesto l’obbligo della mascherina.