Riunito il Consiglio Direttivo e l’Assemblea soci Calabria della SICP

Giorno 22 Maggio 2019, a Rende (CS), si è riunito il Consiglio Direttivo e l’Assemblea soci Calabria della SICP (Società Italiana di Cure Palliative), presieduti dal Coordinatore Regionale Francesco Nigro Imperiale coadiuvato dalla Segretaria Francesca Dalmastri. Il Consiglio Regionale composto anche da Francesca Arvino (RC), Antonino Iaria (RC), Giuseppe Stillo (CZ), Vincenzo Trapani Lombardo (RC) – ha sede c/o l’Hospice S. Giuseppe Moscati di Cassano Jonio.

In sede di riunione si è discusso delle persistenti criticità della Rete di Cure Palliative in Calabria , dall’ assenza delle unità organizzative(UOCP) in alcune ASP, alla grave carenza di unità di Cure Palliative Domiciliari ,come evidenziato dal Ministero della Salute sul Rapporto al Parlamento del dicembre 2018 in riferimento allo stato di attuazione della legge 38, 2010 “ “Disposizione per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore”. A tal proposito è stato chiesto un incontro con il Dott. Saverio Cotticelli, Commissario ad acta per il piano di rientro in Calabria.

Ricordiamo che Le Cure Palliative si occupano di assistere persone affette da patologie cronico-degenerative in fase avanzata a prognosi infausta, sono LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), e che per legge debbono essere garantiti , ma purtroppo molti pazienti non riescono ad accedere alle cure per scarsa informazione, mancanza di organizzazione delle strutture sanitarie e nella fase finale della vita muoiono in ospedale ricevendo cure non adeguate alla loro sofferenza per mancanza di un approccio multidisciplinare che tenga conto oltre all’aspetto fisico anche di quello psicologico e sociale.

Ma le cure Palliative non sono solo cure di fine vita per malati oncologici ma anche cure simultanee ed integrate alle terapie specifiche per malati oncologici e non. .Attualmente, nella Regione Calabria sono operativi cinque Hospice accreditati convenzionati, per un totale di 50 posti letto , per le cure palliative residenziali ma come sottolineato prima, sono insufficienti o assenti le cure palliative domiciliari ed ospedaliere in alcune ASP.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.