S. Andrea Jonio – Erosione costiera: perché, azioni e prospettive

Come rileva Leganbiente nel “Rapporto spiagge 2021 “, l’erosione costiera, in Italia, riguarda circa il 46% delle coste sabbiose, mentre in Calabria si arriva al 62%, che si sta accentuando a causa della crisi climatica.

Sempre Legambiente riva che “in Calabria gran parte delle criticità derivano dalla presenza di infrastrutture portuali e dal relativo insabbiamento, con conseguenti fenomeni erosivi nelle aree adiacenti. È quanto avviene nelle zone diGioia Tauro (RC), Reggio Calabria, Villa San Giovanni (RC), Vibo Valentia, Corigliano Calabro (CS) e Crotone.

Questa condizione si ripete anche nei casi in cui sono presenti porti di minore grandezza. Ad esempio la spiaggia di Sant’Andrea Apostolo sullo Jonio (CZ), a causa del vicino porto di Badolato che accumula sabbia, si è ridotta in 5 anni di 150 metri ed è quasi scomparsa.”

Sull’erosione costiera l’Associazione Primavera Andreolese organizza per il 12 agosto presso il lido “La Sirena” un incontro al quale parteciperanno il Prof. Rocco Dominici. – Unical DiBEST (Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della Terra)”, Nicola Ramogida -Sindaco di Sant’Andrea Apostolo dello Jonio e l’Arch. Giovanni Jannoni per l’Associazione Primavera Andreolese.