S. Caterina Jonio – Al via la petizione popolare per contrastare situazione di disservizio uffici postali

Si è tenuto questa mattina in modalità streaming, il consiglio Comunale che si è posto l’obbiettivo di approvare la petizione popolare che sarà lanciata dall’amministrazione Severino per superare una situazione di disservizio legata agli uffici postali presenti sul territorio comunale che i cittadini continuamente lamentano.

È intervenuta a tal proposito, il capogruppo di maggioranza Vincenzina Fiorenza che ha tenuto a precisare come la petizione, che vede il sindaco Francesco Severino primo firmatario, sia un documento importante per la collettività.

“È un obbiettivo – ha dichiarato Fiorenza – migliorare la qualità della vita qui a Santa Caterina dello Ionio e questo non può non passare attraverso il mantenimento e l’incremento dei servizi più essenziali cosicché i cittadini non si trovino costretti a dover fare chilometri per il pagamento di una semplice bolletta.

In questo ambito, da qualche anno stiamo assistendo ad un processo di razionalizzazione degli uffici in questione, tant’è che oggi in Marina, dove il bacino d’utenza è considerevole, si fa riferimento soltanto all’operatività di uno sportello; mentre nel Centro Capoluogo, dove è vero che il bacino è più ristretto, addirittura non è presente neppure un ATM Postamat per prelievo di contanti ed operazioni simili, costringendo i cittadini residenti talvolta a doversi spostare.”

A ciò si aggiunga la situazione di emergenza che stiamo vivendo e pertanto tale situazione non è più sostenibile. “Ad oggi, infatti, tra le altre cose, di fronte l’ufficio postale in Marina, per via della scarsità d’organico e non certamente per le capacità dell’operatore che sono efficienti, si creano lunghe file che incrementano i fenomeni di assembramento e gli utenti sono costretti ad attendere il proprio turno senza alcun riparo dalle intemperie meteorologiche.”

“L’amministrazione – ha precisato infine il sindaco Francesco Severino – ha già intrapreso azioni utili in questa direzione lo scorso anno accogliendo anche la segnalazione che i due gruppi di minoranza hanno inviato al sindaco. Questa squadra si è confrontata a Roma con Poste italiane, con i quali i rapporti sono stati sempre buoni. E a conferma di ciò vi sono numerose interlocuzioni avute ed anche i servizi di cui il nostro Comune, tutt’oggi si avvale.

Il documento odierno pertanto si rende necessario affinché Poste Italiane ponga in essere un’azione concreta volta a superare una situazione critica quindi sotto il profilo della salute e sicurezza pubbliche, principi garantiti che stanno alla base di una società civile. “

L’Azienda così si attivi con solerzia per risolvere definitivamente l’incresciosa questione che l’amministrazione comunale sta segnalando ormai da diverso tempo e che i cittadini, siamo certi, sottoscriveranno con ferma convinzione.