Salmonella nel salame campagnolo, richiamato un altro marchio


La tutela de consumatore e la sua salute, prima di tutto. Cresce l’attenzione per la sicurezza alimentare. Per questo il ministero della Salute, ai fini della tutela del consumatore, attraverso il suo portale dedicato agli “Avvisi di sicurezza e ai Richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori”, ha segnalato il richiamo di un lotto di salame campagnolo a marchio Le Selezioni Iperal per la presenza di Salmonella spp ISO 6759-1.

Il prodotto in questione è venduto in pezzi da 700 grammi con il numero di lotto 3568 e il termine minimo di conservazione (Tmc) 13/02/2023. Il salame campagnolo richiamato è stato prodotto dall’azienda Smapp Spa, nello stabilimento di via Circonvallazione 7 a Trezzano sul Naviglio, nella città metropolitana di Milano (marchio di identificazione IT 1031 L CE).

Per lo stesso motivo, il ministero della Salute, Aldi, Il Gigante e Carrefour hanno segnalato anche il richiamo dello stesso lotto di salame campagnolo con i marchi Salumi Pasini e Gourmet Finest Cuisine, prodotti sempre da Smapp Spa.

A scopo precauzionale, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda di non consumare il salame con il numero di lotto segnalato e restituirlo al punto vendita d’acquisto.