Salvata una tartaruga africana posseduta illegalmente

Un bellissimo esemplare di testuggine africana viveva chissà da quanto tempo in una piccola cassetta di plastica. Fortunatamente, i Carabinieri della Stazione Forestale di Lamezia Terme hanno rinvenuto l’animale in un’abitazione di quello stesso comune in occasione di una perquisizione domiciliare eseguita, con i colleghi della Compagnia di Soveria Mannelli, nell’ambito di un più ampio servizio di contrasto al traffico di stupefacenti.

La tartaruga in questione, più precisamente una “centrochelys sulcata”, appartiene a una specie inserita e protetta dalla convenzione di Washington (CITES), il suo habitat naturale è l’africa sub sahariana e per la sua regolare detenzione è necessario ottenere una specifica documentazione che ne attesti la provenienza legale, documenti non in possesso della proprietaria, una pensionata 67enne di Lamezia Terme.

La testuggine è stata sequestrata e sarà affidata ad un centro di recupero di animali selvatici per il successivo reinserimento in natura o ad idonei allevamenti che permettano la riproduzione del suo habitat naturale.

La 67enne, che deteneva illegalmente l’animale, è stata così deferita all’A.G. e risponderà di detenzione abusiva di un’esemplare appartenente a una specie protetta.