“Salvini, la tua querela è una medaglia al merito per i calabresi”

“Salvini ha annunciato di querelarmi per avere detto che in Calabria chi vota Lega vota la ndrangheta e che fino a poco tempo fa i leghisti ci chiamavano terroni e puzzolenti”.

“Caro Salvini, ti ricordo che quando in Padania pascolavate pecore e buoi, qui in Calabria c’erano un certo Pitagora e la Magna Grecia. Noi siamo questi e non i figli dei Mancuso, dei Lanzino e dei Grande Aracri di merda!  Che ora mi querelino anche loro insieme a Te”.

“Per questo il fesso sei Tu, caro Salvini e i Calabresi che votano Lega!!! Un calabrese che vota Lega é contro natura, é come mettere il pecorino sulla nutella”.

Anche Salvatore Borsellino, fratello di Paolo  – che ha affermato “la Lega in Calabria imbarca ex inquisiti per ndrangheta” – é un fesso?”. Lo dichiara in un comunicato ol candidato al consiglio regionale calabrese, Carlo Tansi.