Sanità in Calabria, per il ruolo di commissario spunta il nome di Maurizio D’Andrea

Calabrese di Cerchiara, nel Cosentino trapiantato a Milano, 61 anni, prima nella Finanza e poi manager, oggi collabora con la giunta comunale meneghina. E’ Maurizio di Andrea il nome che si affaccia tra i papabili al ruolo di Commissario ad Acta della Sanità in Calabria.

Lo riportano le pagini milanesi della versioni online del quotidiano Repubblica. Ha un passato da ufficiale della Guardia di Finanza peraltro stimato da Francesco Saverio Borrelli e dal pool mani pulite ed è ancora oggi uno degli uomini più vicini a Gherardo Colombo.

Nel 2006 è stato nominato su richiesta di Francesco Saverio Borrelli, Vice capo dell’Ufficio Indagini della FIGC (inoccasione della cosiddetta “Calciopoli”). In tempi più recenti vanta molte esperienze lavorative come manager.