Satriano, il nuovo tracciato della Trasversale delle Serre al centro di un’assemblea pubblica

La sala consiliare del comune di Satriano ha accolto una partecipata assemblea pubblica, promossa dal sindaco Massimiliano Chiaravalloti, su numerose sollecitazioni dei gruppi di minoranza, “Progetto Civico” (Francesco Maida, Fortunato Drosi e Vittoria Corasaniti) e “Orizzonte 2030” (Pietro Curatola), per discutere e confrontarsi sul nuovo tracciato della Trasversale delle Serre.

E’ stato un confronto dai toni accesi in cui si sono espressi amministratori, rappresentanti politici, portatori d’interesse e cittadini, per esprimere grande preoccupazione per il futuro della marina di Satriano e, in particolare, della località “Laganosa”.

I residenti di questa parte di territorio, affiancati dai consiglieri di minoranza, da imprenditori locali e da alcuni tecnici, hanno costituito un comitato spontaneo per contestare alcune scelte contenute nel nuovo progetto predisposto dall’Anas per la Trasversale delle Serre, nella parte che va da Gagliato a Satriano Marina, esprimendo a gran voce il proprio “No” a un metodo inaccettabile come quello dei progetti calati dall’alto.

E lo hanno ribadito anche nel corso della affollata assemblea pubblica sottolineando come “La strada, così restando le cose, creerà danni enormi all’economia e al territorio”, così come hanno evidenziato, con dovizia di particolari, i tecnici, architetto Tonino Riverso e ingegnere Nicola Gioffrè e l’imprenditore Roberto Scaramuzzino le cui attività, secondo quanto egli stesso ha affermato, verrebbero pesantemente colpite dagli espropri.

Sono seguiti, poi, gli interventi dei rappresentanti dei gruppi di minoranza, Francesco Maida, Pietro Curatola i quali hanno espresso grande preoccupazione per lo stato della situazione e puntualizzato come non è in discussione il completamento della Trasversale delle Serre, ma le scelte progettuali, avanzate dall’Anas e sposate acriticamente dall’Amministrazione di Satriano, che penalizzerebbero oltremodo il territorio comunale, e hanno chiesto al sindaco e agli altri amministratori di maggioranza presenti – era assente l’assessore ai lavori pubblici Maurizio Tirone – di essere aperti e disponibili a recepire osservazioni e proposte evidenziate nei vari interventi nell’interesse della comunità.

Il sindaco nell’introdurre i lavori, attraverso un’ampia relazione ha sostenuto il progetto presentato dall’Anas, spiegandone l’opportunità di poter concludere, in tempi relativamente brevi, un’opera attesa da oltre cinquant’anni.

Non sono mancate anche all’interno della stessa maggioranza, posizioni diverse e divergenze come quella espressa dal vicesindaco Giuseppe Basile, che si è dimostrato disponibile ad ascoltare e a venire incontro alle ragioni e alle posizioni portate avanti da tutti coloro che, negli ultimi anni, hanno investito promuovendo aziende e iniziative nelle diverse attività economiche e produttive.

All’incontro ha partecipato anche l’ex sindaco Michele Drosi il quale, ha preso la parola per dichiarare l’importanza della realizzazione della Trasversale delle Serre, ma ha sollecitato l’Amministrazione Comunale ad essere disponibile al confronto e al dialogo, senza i quali viene mortificata la democrazia che dovrebbe sempre ispirare i comportamenti di chi amministra la cosa pubblica. Un intervento di così vasta portata merita approfondimenti e riflessioni che solo una disponibilità reciproca al dialogo può garantire.

E , a questo proposito, ha chiesto al sindaco la convocazione di un tavolo di confronto urgente con la presenza di tutti i soggetti e i rappresentanti intervenuti nell’assemblea come gli amministratori, le forze politiche, i tecnici, i portatori d’interesse pubblici e privati per far emergere una proposta largamente condivisa da approvare unanimemente nel consiglio comunale con la quale poter avviare, da una posizione di forza, una interlocuzione concreta e positiva con l’Anas per tutelare gli interessi della comunità e del territorio di Satriano.

Rosanna Paravati