Sbarco di migranti a Copanello, sono una cinquantina

La notizia dello sbarco è arrivata intorno alle due di questa notte, quando il sindaco, Alfonso Mercurio, ha ricevuto la segnalazione di una barca a vela in avvicinamento agli scogli di Copanello da parte di una vedetta della Guardia Costiera di Soverato.

Alle cinque l’imbarcazione è arrivata a riva e sono scese cinquanta persone. Si tratta di ventidue minorenni di nazionalità diversa: iracheni, egiziani e iraniani.

L’Amministrazione comunale e i volontari hanno fornito l’assistenza necessaria per dare da mangiare ai migranti che sono stati accolti in un locale privato, alla presenza del vicesindaco Rosario Mirarchi che ha collaborato alle operazioni necessarie. La Prefettura di Catanzaro ha predisposto un piano di trasferimenti. Le indagini hanno permesso di individuare due possibili scafisti, uno dei quali è fuggito appena toccato terra. Un altro, invece, è stato posto in stato di fermo per procedere con gli accertamenti necessari.

Dopo lo sbarco gli stranieri sono stati trasferiti in un locale della zona per l’attività di screening con tampone, per individuare eventuali casi di contagio da coronavirus. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri di Soverato, la Polizia di Stato, i sanitari del 118.