Scopelliti in pensione a 55 anni con un assegno mensile da 4.694 euro

L’ex governatore della Calabria, Giuseppe Scopelliti ha ottenuto il via libera per ricevere il vitalizio a soli 55 anni. Un assegno mensile da 4,694mila euro lordi: a tanto ammonta il vitalizio che sarà corrisposto all’ex presidente della Giunta regionale ed ex presidente del Consiglio regionale Peppe Scopelliti per i suoi 11 anni trascorsi alla Regione.

Lo stabilisce una determinazione del Settore Risorse umane del Consiglio regionale che ha quantificato la spettanza da corrispondere a Scopelliti ai sensi della normativa prevista dalla legge regionale 3 del 1996.

Secondo quanto si desume dal provvedimento dirigenziale, Scopelliti ha fatto richiesta a fine marzo affinché «gli venga liquidato e corrisposto il vitalizio per il mandato di consigliere regionale svolto nella VI, VII e IX legislatura»: gli uffici di Palazzo Campanella hanno quindi verificato che «l’ex consigliere Scopelliti ha esercitato il mandato di consigliere regionale nel corso della VI legislatura (dal 23 aprile 1995 al 15 aprile 2000), della VII legislatura (dal 16 aprile 2000 al 21 luglio 2002) e della IX legislatura (dal 28 marzo 2010 al 26 marzo 2014) per un periodo pari ad anni 11, mesi 2, giorni 24, arrotondati a 11 anni ai sensi del comma 3 dell’art. 14 della legge 3/1996», accertando altresì il possesso da parte dell’ex governatore dei requisiti soggettivi oggettivi richiesti per accedere al vitalizio, vitalizio che nel caso di Scopelliti è però rideterminato nella misura del 68% dell’indennità lorda di carica, sempre in forza della legge 3, con una ulteriore riduzione del 15% dovuta a liquidazione anticipata.

La determina dirigenziale specifica che l’assegno vitalizio è corrisposto a Scopelliti a decorrere dall’1 ottobre 2022.