Scoperta e sequestrata autofficina abusiva, due denunce

 Due denunce e sequestrata autofficina di circa 180 metri quadri, le attrezzature e i rifiuti speciali rinvenuti. È il bilancio di un’attività della stazione carabinieri forestale di Lamezia e della stazione carabinieri di Sambiase, che hanno accertato come un’autofficina, nel comune di Lamezia, era “completamente abusiva” e priva di qualsivoglia titolo autorizzativo o abilitazione all’esercizio dell’attività.

I militari, a conclusione del controllo, hanno accertato che l’autofficina era stata realizzata senza alcuna autorizzazione, che l’esercizio dell’attività era abusivo, e che i rifiuti speciali, sia pericolosi che non pericolosi, erano gestiti illecitamente.

I locali, che occupavano una superficie di circa 180 metri quadri, intestata ai due, uno dei quali comproprietario e figura che ha realizzato e gestisce l’attività d’impresa. La responsabilità dell’illecita attività dell’autofficina e della gestione dei rifiuti prodotti è stata accertata a carico del soggetto titolare dell’impresa e del comproprietario, i quali sono stati deferiti alla competente autorità giudiziaria, e l’intera area adibita ad officina meccanica è stata sottoposta a sequestro preventivo unitamente alle attrezzature utilizzate per l’attività e ai rifiuti speciali pericolosi prodotti.