Scoperta e sequestrata una clinica abusiva, i pazienti mangiavano solo cibo scaduto


 I Carabinieri del Nas di Reggio Calabria, nell’ambito di specifica Campagna di controlli di aderenza presso le strutture sanitarie ed assistenziali per gli anziani e disabili durante le festività Natalizie, hanno accertato la presenza nel centro cittadino di una casa di cura per disabili mentali completamente abusiva e priva dei requisiti strutturali ed organizzativi necessari per l‘assistenza alle “persone deboli”.

Nella fattispecie, all’ interno di una civile abitazione, i militari operanti hanno riscontrato la presenza di nove persone affette da gravi patologie psichiatriche e bisognevoli di continua assistenza e cure farmacologiche. I medesimi inoltre risultavano ricoverati in ambienti privi dei requisiti strutturali e senza la presenza delle previste figure sanitarie professionali.

Nel corso delle verifiche si è accertato che gli unici alimenti destinati alla successiva somministrazione ai pazienti risultavano in cattivo stato di conservazione e scaduti di validità. L’intera struttura e le sostanze alimentari sono state sequestrate. I pazienti, con l’ausilio del personale del welfare della Città di Reggio Calabria sono stati affidati ai rispettivi congiunti.