Scoperta una serra sotterranea utilizzata per la coltivazione della marijuana

Un vero e proprio magazzino sotterraneo, in passato probabilmente utilizzato come serra per le coltivazioni di marijuana, ormai in disuso, è stato scoperto dai carabinieri a Gizzeria.

Durante servizi di controllo messi in atto dai militari della Compagnia di Lamezia Terme, infatti, sono state svolte alcune perquisizioni sulla fascia costiera di Gizzeria. È stato durante una di queste attività, nell’area demaniale dove un tempo era ubicato il porticciolo turistico del paese, che l’attenzione dei carabinieri è stata attirata da alcuni tubi e lamiere posizionate in modo ordinato che spuntavano dal suolo.

Insospettiti, i militari hanno contattato le unità cinofile dell’Arma ed i Vigili del Fuoco che, con l’ausilio di un mezzo escavatore, hanno proceduto a rimuovere il terreno circostante per capire cosa si celasse sotto quei cumuli di metallo. Ma le operazioni di smottamento hanno portato alla luce un vero e proprio magazzino sotterraneo che in passato sarebbe stato usato come serra nascosta per le coltivazioni di marijuana.

Nel locale, infatti, sono stati rinvenuti vasi e barattoli per contenere lo stupefacente, era munito di lampade, temporizzatori e apposito impianto di areazione realizzato mediante un groviglio di tubi che permettevano all’area dalla superficie di incanalarsi nel sottosuolo. Sono in corso le indagini per chiarire chi e quando abbia avuto nella disponibilità il magazzino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.