Scoperti 10 braccianti lavoratori in nero, uno percepiva il reddito di cittadinanza

Su diciassette impiegati nella raccolta del bergamotto, dieci braccianti erano impiegati in nero. La Guardia di finanza nell’ambito di un’attività di controllo a Condofuri, nel reggino, e che ha riguardato cinque aziende agricole del territorio ha accertato come i dieci dipendenti, tre indiani e sette italiani, sono risultati completamente irregolari.

Da qui la segnalazione all’Ispettorato Nazionale del Lavoro per la sospensione delle attività e l’erogazione di una “maxi-sanzione” che, in un caso, è stata aggravata dalla scoperta che il lavoratore risultava percettore di “reddito di cittadinanza”. L’uomo che aveva ottenuto il sussidio in quanto dichiaratosi disoccupato sarà segnalato all’Inps per la revoca del beneficio.