Scoperto deposito con 9 quintali di fuochi d’artificio illegali, sequestrati

La Guardia di finanza del Gruppo di Lamezia Terme ha scoperto un deposito di “botti” in un grande magazzino gestito da cittadini di nazionalità cinese. All’interno dell’attività commerciale ispezionata sono stati trovati quasi 900 chilogrammi di fuochi di artificio vari (per una massa attiva di esplosivo contenuta dagli stessi di quasi 250 chili), e detenuti in maniera non conforme alle prescrizioni previste dalla legge a tutela della sicurezza e dell’incolumità pubblica.

 I fuochi erano stati immagazzinati a stretto contatto di altri generi infiammabili, invece di essere isolati con le dovute precauzioni, per evitare rischi e consentire, in caso di incendio, il controllo agevole e sicuro delle fiamme. Inoltre il deposito in questione si trovava a ridosso di abitazioni e altri negozi aperti al pubblico. Per questo motivo, tutti i fuochi d’artificio trovati sono stati sequestrati e portati in un luogo sicuro. I due responsabili sono stati invece denunciati alla Procura della Repubblica di Lamezia Terme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.