Scoperto in Calabria un canile abusivo, animali sporchi e malnutriti. Due denunce

Malnutriti, rinchiusi in delle gabbie all’acqua e al freddo, tra gli escrementi, la sporcizia, il cibo in decomposizione. È la scena che si sono trovati di fronte i carabinieri di Sant’Onofrio intervenuti su segnalazione di alcuni cittadini in una zona di campagna del paese ai piedi di Vibo Valentia.

Hanno così scoperto un canile abusivo che ha portato alla denuncia dei proprietari, padre e figlio, i quali non avevano alcun titolo e alcuna autorizzazione per questo tipo di allevamento.

Sul posto, allertati dagli stessi Carabinieri, sono intervenuti il personale veterinario dell’Azienda sanitaria provinciale che, insieme al Comune, provvederà adesso alle ulteriori ed eventuali sanzioni di tipo amministrativo.

I cani presenti all’interno della struttura abusiva erano 28, di cui solo 10 dotati di microchip. Il canile è stato sequestrato e gli animali momentaneamente affidati ai proprietari dell’allevamento con la prescrizione di adempiere alla pulizia e di nutrirli in attesa degli altri provvedimenti degli enti preposti.