Scoperto un bunker, arrestato 60enne trovato con soldi, armi e droga

Un bunker è stato scoperto a Platì dai carabinieri della Compagnia di Locri. L’ingresso alla struttura, di tre metri per tre, era abilmente occultato da un grosso blocco di cemento, scorrevole su dei binari in ferro grazie ad un meccanismo azionabile manualmente. La scoperta è stato fatta nel corso di servizi di contrasto alla ‘ndrangheta disposti dal Gruppo Carabinieri di Locri ed effettuati dalle Compagnie di Locri, Bianco e Roccella Jonica, insieme allo Squadrone “Cacciatori” di Calabria e al Nucleo Cinofili di Vibo Valentia.

Il rifugio è stato individuato nel corso di una serie di perquisizioni di immobili e terreni nella disponibilità di un 60enne. Vicino al bunker i carabinieri hanno trovato un tubo in plastica contenente un sacchetto con oltre 50 mila euro in banconote di diverso taglio, alcune delle quali false, insieme a 50 munizioni calibro 9, ed un motociclo sprovvisto di targa e risultato rubato a Milano nel dicembre 2018, oltre a 10 grammi di canapa indiana.

Il 60enne è stato arrestato per detenzione abusiva di armi e munizioni, riciclaggio, ricettazione, falsificazione di monete, spendita e introduzione nello stato di monete falsificate, produzione, coltivazione e detenzione illecite di sostanze stupefacenti o psicotrope e abusivismo edilizio.

Nel corso dello stesso servizio, in un’area demaniale, sono stati trovati diversi tubi in plastica contenenti 400 grammi di canapa indiana e varie banconote false. Inoltre, in un controllo in un circolo ricreativo di proprietà di un 24enne, i carabinieri hanno trovato 25 munizioni calibro 9.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.