Scoperto un caseificio abusivo, sanzioni e sequestri

 Un vero e proprio caseificio abusivo, quello scoperto dai Carabinieri Forestale di Acri (Cosenza) durante un controllo in un’azienda in località Giamberga. I militari hanno accertato che un magazzino dell’azienda era stato adibito a laboratorio per la produzione di formaggi.

L’attività era esercitata in assenza di autorizzazioni dell’autorità sanitaria competente e non vi era quindi alcuna tracciabilità e rintracciabilità del prodotto, che veniva trasportato e venduto con un furgoncino. Sequestrati circa due quintali di formaggi di varie forme e stagionatura.

Durante il controllo, eseguito con il servizio veterinario, sono state elevate sanzioni amministrative per 6.500 euro. Nelle scorse settimane, altri controlli in supermercati, macellerie e caseifici hanno portato ad elevare sanzioni amministrative per circa 20.000 euro per carenze igieniche e problemi sull’etichettatura.