Sebastiano Caputo in Calabria per presentare il suo libro “Alle porte di Damasco. Viaggio nella Siria che resiste”

Copertina libroIl giornalista e reporter Sebastiano Caputo in Calabria per presentare il suo libro Alle porte di Damasco. Viaggio nella Siria che resiste

Invitato da “Cantiere Laboratorio” e “Osservatorio sulle Comunità Cristiane in Medio Oriente”, terrà una serie di incontri a Catanzaro, Locri e Lamezia Terme

 Sebastiano Caputo, giovane e noto giornalista e reporter di ritorno dalla Siria, collaboratore de “Il Giornale” e direttore del quotidiano on-line “L’Intellettuale Dissidente”, il 6, 7 e 8 maggio sarà in Calabria su invito dell’Associazione “Cantiere Laboratorio” e dell’“Osservatorio sulle Comunità Cristiane in Medio Oriente”, a presentare il suo libro “Alle porte di Damasco. Viaggio nella Siria che resiste” e portare la sua diretta testimonianza, con l’aiuto di filmati che lo stesso ha girato nei giorni scorsi nel Paese in guerra.

Il calendario prevede la presenza del giornalista ai seguenti incontri:

  • Venerdì 6 maggio, alle ore 18.30 a Catanzaro presso il “Salone dei Concerti”.
  • Sabato 7 maggio, alle ore 10.30 incontrerà gli studenti al Liceo “F. Fiorentino” di Lamezia Terme e alle 17.30 incontro Locri, presso il Salone del Seminario Vescovile.
  • Domenica 8 maggio, alle ore 10.30 a Lamezia Terme nella Sala Congressi “Prunia”.

Una testimonianza diretta e senza filtri, la testimonianza di un giornalista “onesto” e “non conforme” sulla tragedia della guerra in Siria, sulle cause del conflitto e sui Paesi terzi che l’hanno pianificato, sostenuto e finanziato per abbattere il legittimo governo di Damasco.

Il libro è un resoconto interessante e fondamentale per chi vuol capire del “groviglio mediorientale” e non accontentarsi delle “verità di comodo” e della disinformazione, diffuse in Occidente dai potenti organi d’informazione funzionali o al servizio dei poteri mondialisti che, per interessi economici e geopolitici, calpestano i più elementari diritti dei popoli.

I dettagli relativi ai singoli incontri pubblici e ai sodalizi organizzatori insieme a Cantiere Laboratorio e a “Osservatorio sulle Comunità Cristiane in Medio Oriente” verranno resi noti, nei prossimi giorni, con appositi comunicati stampa e locandine.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.