Sequestrati dalla Guardia costiera 900 kg di prodotto ittico in cattivo stato di conservazione

Continuano i controlli sull’intera filiera della pesca da parte degli uomini della Capitaneria di porto di Corigliano Calabro, sotto il coordinamento del Centro di Controllo Area Pesca di Reggio Calabria.

Lo scorso 26 luglio, il personale militare dipendente, durante i controlli sulla sicurezza della balneazione inseriti nell’ambito della operazione “Mare Sicuro 2021”, ha effettuato una ispezione all’interno di una struttura balneare, con servizio di ristorazione, sita nel Comune di Corigliano Rossano rinvenendo circa 900 kg di prodotto ittico di vario genere detenuto in violazione della normativa in materia di pesca a tutela del consumatore.

Nell’ambito dell’ispezione sono emerse gravi irregolarità circa la detenzione del prodotto in questione il quale, privo dell’idonea documentazione volta ad attestare la tracciabilità dello stesso, veniva conservato in celle frigo pronto per essere commercializzato.

Pertanto, il prodotto ittico è stato sequestrato per poi essere destinato alla distruzione a seguito del giudizio di non idoneità al consumo umano espresso dal Servizio Veterinario dell’ASP di Cosenza intervenuto sul posto per coadiuvare i militari durante la fase ispettiva. Al trasgressore è stata irrogata una sanzione di euro 1.500.