Sfuggono al controllo e prendono in giro la Polizia con “Mo mi trovi” su Instagram, identificati

Due ragazzi residenti nel Comune di Cittanova, dopo aver commesso delle azioni illegali, hanno utilizzato i Social network per pubblicizzarle. Durante un turno pomeridiano di servizio di controllo del territorio, gli Agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Cittanova hanno notato due giovani, senza casco, a bordo di una moto.

Alla vista della Volante, i due si sono dati alla fuga ad alta velocità, percorrendo un lungo tratto di strada su una sola ruota e raggiungendo un’isola pedonale delimitata da strutture di cemento che impediscono l’accesso alle autovetture. A quel punto i poliziotti non hanno potuto seguirli oltre, e sono stati costretti a fermarsi, ed i due fuggitivi, una volta all’interno dell’isola pedonale, impennando nuovamente la moto, hanno fatto perdere le proprie tracce.

Tuttavia, il personale operante aveva riconosciuto sia il conducente che il passeggero, individuati in due ragazzi del luogo, ed è bastato applicare un po’ di ingegneria sociale per confermare quanto già ipotizzato. Infatti, pochi minuti dopo l’inseguimento, i due incauti motociclisti hanno pubblicato su Instagram un video che riprendeva la corsa della moto, con il titolo “Mo mi trovi” e corredato dalle emoticons di uno smile e due auto della Polizia, in derisione dell’operato della pattuglia.

Tanto è servito agli Agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Cittanova, per rintracciarli, senza ombra di dubbio sulla loro identità. Il motoveicolo è stato rinvenuto in un terreno adiacente all’abitazione di uno dei due, ed è risultato di proprietà della madre del ragazzo, privo di copertura assicurativa, non immatricolato, e pertanto è stato sequestrato. Nei confronti del conducente sono state elevate sanzioni per violazioni del codice della strada per un ammontare complessivo pari a 4000 euro.