Si è concluso il concorso “Affacciate solidati” indetto da “Universo Minori”

Si è concluso il concorso “Affacciate solidati” indetto da “Universo Minori” e dall’avvocato Maria Claudia Conidi per affrontare al meglio la pandemia. 

“In posti belli anche le persone diventano belle”, questo il motto del concorso dal titolo Affacciate solidali”, indetto nel mese di aprile scorso dall’associazione “Universo Minori”, presieduta dalla dottoressa Rita Tulelli, coadiuvata dall’avvocato Maria Claudia Conidi, grazie al quale ci si affidava alla bellezza per rende meno mesto il periodo in cui imperversava la pandemia dovuta al virus “COVID-19”, rimanendo a casa generando però fiducia.

Il fulcro dell’iniziativa era invitare le persone a riscoprire il senso della bellezza in un momento surreale in cui le vite di tutti noi sono state catapultate. L’intenzione era coinvolgere soprattutto i bambini della città di Catanzaro e provincia, costretti a convivere con la limitazione quasi totale della libertà, senza amici, senza giochi all’aria aperta, decorando con fiori, vasi e disegni da loro realizzati, le finestre, i balconi, o i terrazzi in segno di pace e come testimonianza della rinascita della vita, nonostante tutto.

Le migliori creazioni floreali sono state premiate dal sodalizio “Universo Minori” con delle piante ornamentali che i bambini dovranno gestire e curare al fine di responsabilizzarsi nei confronti della vita, di tutti gli esseri vivente e dell’ambiente nella sua totalità. Tutti bravi i partecipanti, ma due i piccoli vincitori, Annapaola Simmaco di Catanzaro, a cui è stata donata una pianta d’appartamento della famiglia delle “Agavaceae”, del genere “Yucca”, ed Elisa Bencivenga di Ievoli, una frazione del comune di Feroleto Antico, a cui è stata regalata una pianta floreale della famiglia delle “Hydrangeaceae”, dal nome “Hydrangea”.