Sicurezza e privacy su internet: gli ultimi consigli per navigare in maniera sempre protetta

Quello della privacy su internet è uno degli argomenti più dibattuti sin dalla nascita del web. Oggi la rete rispetto ad anni e anni fa è un luogo senz’altro più sicuro, tuttavia a volte capita di commettere errori che possono anche portare al rischio di account compromessi o di dati condivisi involontariamente con terze parti.

Eppure basterebbe poco per navigare in maniera sempre protetta: ce lo spiega il New York Times nel suo The Privacy Project, una guida fatta di pochi e semplici step che ti consentirà di tenere al sicuro i tuoi dati contro gli ospiti indesiderati del web. Scopriamola insieme.

Antivirus, perché oggi è ancora importante averne uno

virus, ad esempio, non sono più così comuni come lo erano un decennio fa, e soprattutto esistono ancora. Un software con virus potrebbe recare alcuni grattacapi al tuo PC, dai fastidiosi pop-up al rallentamento del sistema operativo.

Se pensi che potresti fare clic su collegamenti di cui non conosci la provenienza o se condividi un computer con più persone in famiglia, vale la pena scegliere di installare uno dei migliori antivirus, specialmente se utilizzi un sistema operativo Windows.

Password sicura: come evitare quelle troppo semplici

La password è di fatto la chiave che ti permette di entrare nei tuoi account, sui siti nei quali ti sei registrato o di aprire una certa cartella contenente dei dati privati. I passi per tenerla al sicuro anche in questo caso sono semplici: annotati le password più comuni fra gli italiani e a queste dovrai preferirne altre più originali, proprio per evitare il rischio di esporti usando una parola d’ordine troppo ingenua e semplice da dedurre.

Un buon metodo è anche quello di usare un gestore di password, ossia un software che monitora i tuoi account, ti suggerisce di cambiare le parole d’ordine deboli e ti aiuta a sincronizzarle tra il computer e lo smartphone.

Per una maggiore sicurezza, si consiglia poi di utilizzare la verifica in due passaggi (detta anche autenticazione a due fattori) per i propri account online, un’opzione che da tempo viene proposta anche dalle banche e dai maggiori social network. 

Verifica in 2 step e aggiornamenti per rimanere al passo

Come suggerisce il nome, la verifica in due passaggi richiede due step: l’inserimento della password e successivamente di un numero a cui solo tu puoi avere accesso. Ad esempio, il primo passaggio è accedere a Facebook con il tuo nome utente e password; nel secondo step, Facebook ti invia un codice temporaneo in un SMS o, meglio ancora, tramite un’app come Google Authenticator, e tu inserisci quel codice per entrare nell’account.

Un’altra regola importante suggerisce di tenere sempre aggiornato il sistema operativo del proprio PC o del proprio smartphone, in modo da avere un dispositivo oltre che protetto anche implementato con le ultime funzionalità della casa. Di solito l’installazione degli aggiornamenti viene lanciata in automatico allo spegnimento del computer, ma se sei uno di quelli che lascia i programmi sempre aperti ricordati di effettuare un riavvio di tanto in tanto.

Per il resto, ti basterà navigare su siti sicuri e cestinare le email che provengono da mittenti sconosciuti. In sintesi, buon senso e una certa allerta che mai non guasta. Seguendo questi semplici consigli sarai già certo di essere sulla strada giusta per tenere alla larga le invasioni di privacy indesiderate.