Siglato il gemellaggio tra San Sostene e Mudanya (Turchia)

Il 4 marzo il Consiglio Comunale di San Sostene (CZ) Sindaco Avv. Luigi Aloisio, ha formalmente deliberato il Gemellaggio tra la propria comunità e quella di Mudanya (Turchia): ma come ci si arriva, e perché proprio Mudanya?

Intanto un breve cenno su questa ridente cittadina che si affaccia sul Mar di Marmara, dalla parte opposta di Istanbul: Mudanya, con la costa antistante particolarmente ricca di risorse naturalistiche ed archeologiche, è molto sviluppata sia sotto l’aspetto turistico che della olivicoltura, nonché su quello della pesca e della viticoltura, abitata da cittadini di origine turca ma provenienti da Cipro e che hanno mutuato in loco diverse abitudini greche, in primis quelle alimentari ed architettoniche.

I comuni canali di conoscenze di operatori ambientali, di primo livello, tra i Sindaci di San Sostene e Mudanya, hanno portato allo studio di ambiziosi comuni progetti soprattutto in materia ambientale. Tra questi, il progetto, seppure ambizioso, di tutela della costa è prima di tutto riconducibile alla necessaria bonfica dell’area marina antistante e comunque, su tutta l’area costiera.

Da qui la collaborazione di Soggetti Istituzionali esperti in materie ambientali che potessero dare un contributo significativo: i “tecnici” che hanno per decenni manipolato la materia con risultati a dir poco eccellenti, hanno proposto un’azione sinergica al Sindaco di San Sostene Avv. Luigi Aloisio, affinché il progetto di tutela della costa trovasse concreto sbocco ed attuazione. Aloisio è conosciuto come uomo esperto in materia ambientale, con le sue pubblicazioni di taglio giuridico ma soprattutto con le sue concrete azioni a favore dell’ambiente.

Un forte input a questa meritoria azione a favore di una cultura ambientale ecosostenibile e di ampio respiro, e del più profondo senso concreto del “Diritto alla Salute – Art. 32 Cost” è indubbiamente rappresentato dall’intelligente attività di “cerniera” tra legislazione, tecnica, politica, culture e nazioni diverse, del Prof. Francesco Cinelli, Ordinario di Ecologia Marina e Scienza Subacquea presso l’Università di by Pisa, e tant’altro ancora.

Un plauso, indubbiamente, va altresì rivolto al Dottor Alberto Massara, fondatore dell'”Associazione Amici del Mare”. Il progetto di bonifica della costa è stato già sottoposto ed approvato dall’Unione dei Comuni Versante Ionico nel suo complesso ed a breve sarà sottoposto alla sua giunta per l’approvazione di uno stralcio che riguarda la fascia costiera della predetta Unione.

Questo, molto sommariamente, è il percorso che porta alla deliberazione del 4 marzo del Consiglio Comunale di San Sostene, da considerarsi solo un primo traguardo verso un progetto, si ambientalista, ma anche, e cosa non da poco in questi tempi tristi, di senso di fratellanza, di apertura delle menti e dell’anima a nuove conoscenze, di mutuo su soccorso tra culture diverse, forse fisicamente lontane ma molto vicine ed accomunate tra di loro da nobili obiettivi.