Sindaco di Satriano: “Curatola vive su Marte”

In merito alla nota stampa diffusa dal consigliere di minoranza Pietro Curatola di Orizzonte 2030 per Satriano, riguardante la mancanza di disponibilità al confronto da parte dell’amministrazione, sembrerebbe che il consigliere in questione non viva a Satriano (cosa vera, tra l’altro) e soprattutto abbia la memoria non corta ma cortissima.

Il 12 Novembre scorso si svolse un Consiglio Comunale di oltre 3 ore durante il quale l’argomento principe fu proprio il depuratore. In quella sede il consigliere Curatola ebbe modo di esprimere abbondantemente il suo pensiero, confrontarsi, e cercare anche di bloccare l’iter procedurale (ponendo come condizione per un suo voto favorevole, di non votare in quella data l’approvazione del secondo lotto ma farlo successivamente, proposta che venne respinta dal Consiglio). La votazione finì con 11 favorevoli all’approvazione del secondo lotto e 1 astenuto.

Il 24 Marzo inoltre, durante l’ultimo Consiglio Comunale, con un’interrogazione sul depuratore il consigliere ha avuto modo di confrontarsi nuovamente sull’argomento in questione.

In questo lungo lasso di tempo tra i due Consigli Comunali, ci sono state richieste di chiarimenti agli uffici comunali ampiamente riscontrate, conferenze stampe, e un continuo cambio di traiettoria del consigliere Curatola che, partendo dal proporre un progetto migliorativo (con condotte sottomarine) nel Consiglio Comunale di Novembre, è passato poi a concentrare tutte le sue attenzioni nell’accusare presunte e pesanti irregolarità da parte degli uffici preposti sull’iter procedurale, per tornare infine oggi, dopo mesi di sterili polemiche, a proporre come miglioria non più le condotte sottomarine ma l’utilizzo delle “acque reflue depurate” per l’irrigazione dei campi.

Fare il consigliere di minoranza è semplice, amministrare è molto più complesso e soprattutto porta via tanto tempo e tante energie che questa amministrazione, così come credo tutte le altre che non hanno partecipato all’incontro, non è disposta a spendere per affrontare temi triti e ritriti. In questi mesi siamo stati impegnati a fronteggiare l’emergenza Covid-19 in primis, ad attivare l’apertura quotidiana degli uffici comunali in delegazione, a partecipare a diversi bandi con proposte progettuali, a organizzare i lavori che partiranno nelle prossime settimane sia in marina che nel centro storico, a concordare transazione su debiti pregressi, ad iniziare a predisporre e raschiare il prossimo Bilancio di previsione per offrire, tra le altre cose, il trasposto scolastico gratuito ai bambini della scuola per tutto il 2021, ad organizzare la pulizia sul territorio, e tante altre attività che magari fuori non si vedono ma che dietro richiedono un grande lavoro.

Invito dunque il consigliere Curatola, per un eventuale e futuro confronto, a mettere prima da parte il suo estremo narcisismo e quella immensa voglia di sentirsi sempre al centro dell’attenzione, essendo presente un giorno sì e l’altro pure su giornali, televisioni e social: il fatto che 3 Comuni su 4 non abbiano partecipato in alcun modo all’incontro proposto, dovrebbe farlo riflettere di più sui suoi modi di fare politica anziché farlo urlare per la mancanza di confronto, che c’è già stato più volte, a meno che il consigliere non intenda per confronto il fatto che bisogna fare come dice lui. Tra l’altro, non si capisce bene a che titolo un consigliere di minoranza pretenderebbe di avere “l’autorità” di convocare 4 amministrazioni comunali, sentendosi anche risentito per non essere stato preso in considerazione da nessuno.

A conclusione di quanto elencato, mi pare evidente che il consigliere Curatola viva su Marte e abbia inoltre talmente poca conoscenza del territorio in cui si è proposto alla cittadinanza come candidato a Sindaco, da non sapere nemmeno che chi irriga i campi a Satriano Marina utilizza proprio l’acqua dell’Ancinale e dunque, quando il futuro depuratore canalizzerà le acque depurate (quindi decontaminate) nell’Ancinale, le stesse saranno indirettamente utilizzate proprio per irrigare i campi.

Il Sindaco di Satriano
Dott. Massimiliano Chiaravalloti