Soldi che non ci sono, per la Calabria

 Pare che non si siano soldi abbastanza per la 106 e la TAV eccetera. Della Trasversale delle Serre non si parla nemmeno, e, come sapete, ormai ci ho rinunciato pure io.

 La colpa è… Ora rischio di diventare patetico anch’io come i meridionaldomenicali alla Pino Aprile, inventandomi che la colpa è di Cavour; o come i massoni e illuministi, che se la pigliano con gli Spagnoli e i Borbone.

 E invece la colpa è tutta nostra, intendo dire della Calabria e degli elettori calabresi. La prima colpa è quella di eleggere a deputati e senatori e consiglieri i peggiori qualsiasi, (s’intende, politicamente parlando, e per tutto il resto santi subito): vedi, per dire solo cose vicine, P. Soriero, P. Nisticò, P. Chiaravalloti, G.S. Vono, A. Viscomi e vari altri vuoti torricelliani…

 La seconda colpa, è che, con la sola eccezione di U. N., dopo averli eletti non pretendiamo che lavorino, non li pigliamo a pesci in faccia per la loro inettitudine e pigrizia; e dimentichiamo anche la loro furbizia, ovvero aspettare ottobre per il vitalizio.

 La terza colpa è dei giornalisti e intellettuali vari, tutti bravissimi nel “chiagn’e fotte”, e nessuno capace della benché minima opposizione: non si sa mai, un acquisto copie, un premio letterario Il singhiozzo d’oro, segue cena…

 La quarta colpa sarebbe dei partiti, però i partiti non esistono, quindi sorvoliamo.

 Eccetera. Ebbene, se perdiamo pure l’occasione dei soldi europei, quando mai avremo le grandi opere?

 Vi porto un esempio: la Regione ha stanziato tre milioni di euro (3.000.000) per il 50mo dei Bronzi; a oggi, 28 giugno, registriamo l’attuazione di un… fermo lì, siamo in fascia protetta.

 La colpa è di Costantino Nigra o del Toledo o di Ferdinando II o di Carlo d’Angiò… oppure è, come è, della Calabria in generale?

Ulderico Nisticò